• Vinifera 2019

    La prima settimana di Primavera, al centro delle Alpi, tra le montagne del Trentino, nel cuore di Trento.
    Uno spazio aperto dove assaggiare idee genuine, incrociare sguardi autentici, stringere mani artigiane e affidarsi a cuori appassionati.
    Vinifera è un Forum dedicato al vino, a coloro che lo producono e lo amano.
    Un luogo dove incontrarsi, confrontarsi, discutere, e vedere con il naso, con gli occhi, con la bocca, con l’istinto.

    In questa seconda edizione saranno 70 i produttori presenti al Salone provenienti dal territorio alpino e prealpino: dalle regioni italiane come Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli, ma anche da Austria, Svizzera, Francia e Slovenia. Produttori che spesso operano in condizioni estreme, quasi eroiche, ma che hanno scelto una viticoltura orientata alla sostenibilità e alla tutela del territorio e delle tradizioni. Accanto a questi, una selezione di piccoli produttori di gastronomia locale a completare il racconto del territorio montano, spesso difficile e impervio da lavorare, ma che offre grandi materie prime.

    Vinifera è un evento promosso dall’Associazione Centrifuga, un gruppo di giovani che hanno unito diverse competenze, forze ed esperienze per realizzare iniziative incentrate sulla produzione sostenibile in campo agricolo e vitivinicolo.

  • Il pianto della vite

    en240042

    Ai primi accenni di primavera, quando la natura si risveglia dal riposo invernale, è possibile imbattersi nell’incanto del “pianto della vite”. Un affascinante fenomeno che caratterizza il ciclo biologico della vite.

    In questo periodo, con l’arrivo delle giornate più calde, la pianta segnala la ripresa attività delle proprie radici: l’acqua, risucchiata dal terreno, fuoriesce sotto forma di linfa, dai recenti tagli di potatura.

    E siccome in natura nulla è dato al caso, ecco dunque che, del tutto simili a delle lacrime, le gocce di linfa, la cui comparsa precede di circa un mese il germogliamento, hanno la preziosa funzione di cicatrizzare i tralci amputati.